Finale di stagione amaro per il Faenza Rugby sconfitto in casa dal Castel San Pietro Terme, e superato in classifica dal Fano. I Leoni, non affrontano gli ultimi in classifica con la giusta mentalità, ed un sorprendente Castel San Pietro Terme, da tempo retrocesso e senza nulla da perdere gioca con la grinta e la determinazione necessarie ad imporsi sul Faenza Rugby per 38-33, al termine di un match molto combattuto ma con tanti errori dalle due parti, anche grazie ad un campo da gioco reso pesante dal maltempo. I Leoni sono andati in meta con Zbereanu (2), Di Bari, Vignoli, Zoli, con Sancisi autore di quattro trasformazioni. “Dobbiamo imparare dal punto di vista mentale dai nostri avversari” commenta il coach Eddy Venturi “Che nonostante fossero retrocessi hanno giocato con quella grinta e determinazione che a noi a volte manca. Brutta partita anche a causa del maltempo, nota positiva l’ottimo esordio in prima squadra di tre ragazzi nati nel 2001.” Seconda sconfitta consecutiva per i Leoni che non riescono ad approfittare dei due passi falsi della capolista Amatori Macerata nelle ultime due giornate e perdono la possibilità di vincere il girone, chiudendo anzi il campionato al terzo posto del girone passaggio. Negli altri incontri della giornata da segnalare la vittoria
dell’Ancona in casa della capolista Macerata (19-30), un risultato che permette agli anconitani di superare il Ravenna Rfc in classifica, e la squadra bizantina battuta dal Fano (35-3) retrocede così in serie C2.

Serie C1, play out salvezza, classifica finale

Macerata 35
Fano 31
Faenza 30
Ancona 25
Ravenna 22
Castel San Pietro 9

Commenti